Cosa c'entra il cuore con il karate?

C’entra molto, soprattutto alla fine. Il karate comincia dalla pancia, passa attraverso la testa e alla fine muove il cuore. La difesa personale nasce da un principio di amore assoluto: difendere la vita, a cominciare dalla propria. Difenderla da se stessi, prima di tutto, affrontando paure e debolezze. Questo atteggiamento mentale è un moltiplicatore di energia che fa andare inevitabilmente incontro all’altro.
Giko è un’associazione che vuole, con o senza kimono (gi), mettere la propria energia a disposizione di chi ne ha bisogno. A volte si tratta di bambini, altre di anziani, altre ancora di emarginati e diversamente abili. Le aree di intervento sono ampie e diverse, spaziano da realtà territoriali locali a Paesi del Sud del mondo.
I progetti riguardano principalmente obiettivi di recupero sociale, dove la speranza e la fiducia in se stessi diventano garanzie di sopravvivenza. Giko si occupa anche di tematiche culturali sempre con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita e delle relazioni. Perché Giko è innanzitutto un modo di stare al mondo: un pensiero costantemente fuori di cuore.


Il Karate in 8 punti

  • Il karate comincia e finisce con il saluto
  • Il karate non è mezzo di offesa e danno
  • Il karate è capire se stessi e gli altri
  • Il karate è lealtà e spontaneità
  • Lo spirito del karate deve animare tutte le azioni
  • Il karate non è vincere, ma l’idea di non perdere
  • Concentrazione e rilassamento devono essere usati nel momento giusto
  • Lo spirito deve sempre tendere al livello più alto

Le regole del dojo

  • Cerca di perfezionare il carattere
  • Percorri la via della sincerità
  • Rafforza instancabilmente lo spirito
  • Osserva un comportamento impeccabile
  • Astieniti dalla violenza e acquisisci l'autocontrollo
Mailing list Donazioni Contattaci Curiosità Sala Stampa
GIKO, Goodwill International KarateDo Organization (Italia) - privacy policy